La Nuova Provincia > Attualità > Primi incontri istituzionali per il sindaco di Asti in Cina
AttualitàAsti -

Primi incontri istituzionali per il sindaco di Asti in Cina

La delegazione astigiana è stata invitata a Zhengzhou in occasione della 13° edizione di “Henan International Investment & Trade Fair”

Inizia la “missione” di Rasero in Cina

E’ iniziato con gli incontri istituzionali nella città di Zhengzhou, capoluogo della regione di Henan, il viaggio in Cina del sindaco Maurizio Rasero. Ad accompagnarlo gli assessori Stefania Morra, Gianfranco Imerito e Loretta Bologna.

La delegazione astigiana è stata invitata a Zhengzhou in occasione della 13° edizione di “Henan International Investment & Trade Fair” un importante Salone internazionale per agevolare investimenti cinesi all’estero e stringere partnership commerciali.

Oggi il sindaco Rasero terrà il suo discorso di presentazione e promozione dell’Astigiano, e delle zone UNESCO, davanti a una qualificata platea di possibili investitori, ma ieri, al primo giorno della Fiera, ha avuto modo di conoscere alcuni esponenti di spicco dell’amministrazione di Henan.

I primi incontri istituzionali

«Ho già avuto l’occasione di incontrare il sindaco di Nanyang, Huo Haosheng, territorio che conta oltre 10 milioni di abitanti e anche il sindaco di Xichuan, Yang Hongzhong, che amministra una popolazione di 700 mila abitanti. In entrambi queste zone il titolare della Way Assauto, Zhao Zhijun, possiede delle fabbriche e nella città di Nanyang è proprietario di un’enoteca che importa vini astigiani. L’anno scorso ha importato 200.000 bottiglie e quest’anno arriverà a 300.000. Stiamo vedendo – precisa Rasero – se lo stesso canale commerciale possa essere usato per altre eccellenze come il Torrone Barbero o i prodotti del Pastificio Rey». L’Henan è una regione con oltre 110 milioni di abitanti e il viaggio in Cina del sindaco e dei suoi assessori punta a promuovere il territorio e le specialità astigiane, molto apprezzate in Oriente, ma allo stesso modo a suggerire la nostra provincia come base per investimenti cinesi, come avvenuto con l’acquisizione della Waya da parte di Cijan Group. Il viaggio degli astigiani sulla “via della Seta” durerà fino al 13 aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente