nuovi-assunti-28-dicembre-2021-24
Attualità
Prospettive

Provincia di Asti: verso un 2022 ricco di sfide impegnative

Organico più strutturato grazie alle prime assunzioni dei vincitori dei due concorsi banditi nel corso del 2021

Il 2022 si prospetta l’anno delle Province. La Provincia di Asti si presenta alle impegnative sfide del nuovo anno (una su tutte è la gestione del Pnrr) con un nuovo Consiglio, rinnovato lo scorso 18 dicembre, ed un organico più strutturato grazie alle prime assunzioni dei vincitori dei due concorsi (foto) banditi dall’ente provinciale nel corso del 2021 e le progressioni verticali di dipendenti già in servizio.

Il personale è stato ricevuto per la firma, martedì 28 dicembre 2021 nella Sala Consigliare della Provincia di Asti, dal presidente Paolo Lanfranco, accompagnato per l’occasione dal segretario generale Paolo Morra e da cinque dei neo eletti consiglieri: Angelica Corino (consigliere e presidente del Consiglio del Comune di Canelli), Francesca Ragusa, Francesca Varca e Paolo Bassi (consiglieri del Comune di Asti) e dal sindaco di Nizza Monferrato, Simone Nosenzo.

Lanfranco ha rimarcato l’importanza della giornata: “È un momento di ripartenza per l’ente dopo anni di difficoltà imposte dalla legge Delrio, che ci auguriamo possa essere definitivamente superata con l’approvazione del nuovo testo di revisione del TUEL (vedi: “I Comuni e le Province sono una grande forza per il territorio”). Le Province italiane sono un organo essenziale per la vita del nostro Paese e solo mettendo in campo la nostra massima professionalità potremo dare risposta alle innumerevoli istanze che provengono dai cittadini e dai Comuni”.

Come accennato in precedenza, la prima e cruciale partita che vedrà protagonista la Provincia di Asti sarà legata al Pnrr, le cui politiche sono incentrate su aree vaste: nessuno meglio dell’ente provinciale potrà “fare da ponte” tra la Regione Piemonte ed i Comuni astigiani, in particolari i più piccoli, nel supporto e coordinamento di quest’ultimi per la più efficace gestione dei fondi europei.

Di “nuova avventura”, rivolto ai neo dipendenti, ha parlato Nosenzo che rappresenta la novità assoluta per l’attuale Consiglio Provinciale: il primo cittadino di Nizza Monferrato, forte delle 115 preferenze ottenute nelle ultime elezioni provinciali (secondo, in termini assoluti, ai voti presi dal sindaco di Passerano Marmorito Davide Massaglia e primo nel voto ponderato), ha occupato lo scranno lasciato vuoto da Marco Lovisolo, decaduto dalla carica di consigliere comunale e, di conseguenza, anche da quella provinciale.

Negli auguri di buon lavoro ai nuovi assunti, il segretario Morra ha sottolineato che la Provincia è “una macchina che sta ripartendo e sarà quindi fondamentale l’impegno ed il contributo di tutti”. Presenti in sala, tra gli altri, il responsabile del Servizio Personale e Organizzazione, Sergio Cerrato ed il dirigente Angelo Marengo i quali avevano già avuto modo di confrontarsi, nella giornata di lunedì 27 dicembre, con le nuove figure professionali. Ulteriori assunzioni sono in programma nel corso della primavera 2022, una volta approvato il Bilancio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo