Cerca
Close this search box.
San laz
Attualità, Sport

San Lazzaro: una celebrazione “studiata” per la Festa Titolare

Attraverso un video momenti di preghiera e i saluti a tutti i Borghigiani

Distanti ma uniti

Il Borgo San Lazzaro, guidato dal Rettore Silvio Quirico, ha celebrato domenica la propria Festa Titolare 2020. Lo ha fatto, vista la difficile situazione che stiamo attraversando in maniera diversa dal solito, ma non per questo meno coinvolgente e significativa. Di seguito il comunicato ricevuto dal Borgo gialloverde:
“In questo momento in cui dobbiamo essere distanti ma uniti, da un’idea di Don Mario Banaudi e Don Dino Barberis, un momento di preghiera nel giorno della nostra Festa Titolare, con l’invocazione della protezione di San Lazzaro dei mendicanti, protettore degli appestati e degli ammalati. Celebriamo così il secondo giorno più importante dell’anno per il nostro Borgo: la FESTA TITOLARE SAN LAZZARO 2020 in un momento che ci vede impauriti di fronte a questa pandemia.

In video preghiere e saluti

Nella celebrazione video dopo la voce narrante di Don Dino una preghiera scritta per l’occasione da Don Mario Banaudi ed i video saluti di Silvio Quirico, rettore del Borgo San Lazzaro, e di Michele Gandolfo, Capitano del Palio di Asti. In collegamento poi dalla Parrocchia di San Domenico Savio, chiesa del Borgo San Lazzaro, un saluto e la benedizione solenne dei Parroci ed infine le immagini felici dell’ultima messa del Palio con le nostre bandiere a volare sulle note di Popoli Tutti cantata dal coro delle Famiglie di San Lazzaro San Domenico Savio. Una festa titolare che ci ha permesso di riunirci nella preghiera anche se a distanza per cui ringraziamo i nostri parroci, fari guida in questo momento di oscurità. Il Borgo San Lazzaro si unisce, a tal proposito, alle condoglianze a Don Dino per la scomparsa del suo caro papà e a tutti coloro i quali hanno perso un affetto in questa tragica epidemia. Rettore, Direttivo ed esecutivo di San Lazzaro porgono, in questo giorno di un buio periodo un messaggio di forza ed affetto a tutti i Borghigiani, alle loro famiglie ed a tutte le famiglie  astigiane e di altre città che amano i loro Palii. W San Lazzaro! W il Palio di Asti”.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale