12 - bus Asp rientrato dalla Polonia - 1
Attualità
Aiuto e collaborazione

Si è concluso il viaggio del bus di Asp che ha portato in Italia trenta donne e bambini ucraini

All’andata la consegna al centro accoglienza di Przemysl, in Polonia, dei beni donati dagli astigiani

Nel pomeriggio di giovedì è rientrato al deposito Asp di Valbella il bus che lunedì sera era partito per la Polonia, trasportando i beni destinati alla popolazione ucraina, donati dagli astigiani. Il progetto è stato sviluppato dal volontario Giovanni Ardolino e realizzato con la collaborazione di Asp, Comune di Asti e di alcune associazioni astigiane, come Il dono del volo, One more life, Protezione Civile e Croce Rossa Italiana.

“Siamo stati a Przemysl, nella zona sud della Polonia, vicino al confine con l’Ucraina, dove abbiamo consegnato medicinali, vestiario, cibo e altro materiale in un grosso centro profughi, organizzato molto -bene – ha raccontato Ardolino al suo rientro ad Asti -. Sempre a Przemysl abbiamo caricato donne ucraine con i loro bambini piccoli, tra cui qualche neonato: trenta persone in tutto”.

Giovedì mattina, al rientro in Italia, l’autobus del servizio noleggio dell’azienda astigiana ha accompagnato alcuni profughi ucraini a Udine: una mamma e una figlia hanno infatti potuto raggiungere la loro mamma e nonna che, da anni, vive nella località friulana.

Altri passeggeri, nel pomeriggio, sono stati accompagnati a Milano. Li hanno accolti la Protezione Civile e l’associazione Emergency, che si è occupata del trasferimento e della sistemazione di una bambina, con la sua mamma, a Ragusa. Altre donne ucraine sono invece dirette a Zurigo. Altri sette profughi, appartenenti a due differenti famiglie, sono invece arrivati ad Asti da cui sono poi ripartiti per raggiungere altrettante famiglie italiane, una di Ferrere e una di Torino, che li hanno accolti.

“Ringrazio Asp per la collaborazione e faccio i complimenti agli autisti Paolo e Claudio per la disponibilità” ha concluso Ardolino soddisfatto dell’iniziativa con cui ha potuto effettuare il suo secondo viaggio in aiuto alla popolazione ucraina.

Nelle foto: il bus prima della partenza per la Polonia con il sindaco Rasero, i vertici di Asp, il volontario Ardolino, i rappresentanti delle associazioni e gli autisti; i beni consegnati dagli astigiani al deposito Asp di Valbella per la popolazione ucraina.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo