La Nuova Provincia > Attualità > Su Visit Canelli il pic-nic preparato dai ristoranti e la StraCanelli in solitaria
Attualità Canelli e sud -

Su Visit Canelli il pic-nic preparato dai ristoranti e la StraCanelli in solitaria

Una pagina web destinata a residenti ma soprattutto a visitatori e turisti per presentare le iniziative in città

Pagina web rivolta ai turisti

Un contenitore virtuale capace di accogliere proposte turistiche, iniziative promozionali, l’indice delle manifestazioni, la descrizione dei prodotti tipici e l’enogastronomia. Si chiama “Visit Canelli” la neonata pagina virtuale coniata dal Comune in collaborazione con lo Iat e l’ufficio turistico per dare corpo e visibilità ad uno dei più importanti siti Patrimonio dell’Unesco del sud Piemonte.

«Progetto che avevamo abbozzato a inizio anno ma che l’emergenza Covid-19 ha accelerato – spiega Giovanni Bocchino, assessore a turismo, manifestazioni e commercio – Il web ci permette di raggiungere target di potenziali turisti in ogni parte del mondo. Situazione ancor più vitale oggi con il comparto turistico-ricettivo, e con loro l’indotto commerciale ed enogastronomico, in sofferenza per le limitazioni sugli spostamenti e un timore, ancora diffuso, delle persone».

Una vetrina di ciò che si trova in città

“Visit Canelli” è una sorta di book elettronico da sfogliare dove ogni pagina è una «vetrina aggiornata che veicola un’immagine di destinazione sicura, a misura d’uomo, con una natura rigogliosa e incontaminata, attraversata da viti e ampi spazi, dove poter soggiornare in sicurezza». Tutta l’offerta canellese che gira attorno al turismo è racchiusa in un marchio «funzionale all’identificazione delle attività», aggiunge Bocchino.

Il 20 giugno il primo pic-nic d’autore

Particolare attenzione è rivolta all’outdoor, pratica turistica sempre più appezzata e in continua espansione. Prova ne sia l’iniziativa “Canelli in pic-nic” che, come riferisce l’assessore, «ha ricevuto l’adesione di dodici ristoranti e 24 aziende vinicole». Si parte il 20 giugno. Il turista potrà prenotare il “pranzo al sacco” presso uno dei ristoranti convenzionati. Gli verrà fornita una sacca in tela con il desinare che potrà essere consumato negli spazi messi a disposizione dall’azienda vinicola scelta abbinando i vini del produttore. Format che piace anche ai paesi vicini. «Potremmo creare una vera rete, passando al Pic nic in Valle Belbo» si augura l’assessore.

Stracanelli, maglie quasi pronte

Ritorna, seppur profondamente modificata nell’organizzazione, la Stracanelli. Racconta Giovanni Bocchino: «E’ uno degli appuntamenti classici dell’estate canellese, e non volevamo rinunciarvi. Così abbiamo rivisto il logo impresso sulla maglietta presto in vendita nei negozi canellesi. Sarà una sorta di gara personale o a piccoli gruppi, nel rispetto delle indicazioni sul distanziamento, inserita in un grande contenitore dove vi potranno partecipare virtualmente migliaia di persone». Saranno messe a disposizione dei runner della Stracanelli due app, di solito usate dai podisti, con l’indicazione del percorso. La propria camminata lungo i 4 chilometri sui quali si snoda la gara sarà seguita in diretta attraverso le app da coloro che saranno connessi, stabilendo anche una sorta di classifica generale. I selfie scattati lungo il percorso verranno proiettati su un mega-schermo installato in piazza Cavour. «Il retro della maglietta avrà impresso i nomi delle associazioni canellesi che hanno lavorato durante l’emergenza Covid-19 – aggiunge Bocchino -. Un doveroso ringraziamento per quanto hanno fatto per la città». Start il 20 giugno mentre la bandierina calerà il 20 luglio. Il ricavato sarà devoluto all’Ana Alpini di Canelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente