La Nuova Provincia > Attualità > Una messa solenne per celebrare i 90 anni della chiesa di San Pietro
Attualità Asti -

Una messa solenne per celebrare i 90 anni della chiesa di San Pietro

Presieduta dal vescovo Marco Prastaro, si terrà domenica 8 dicembre

Messa solenne

Una messa solenne per celebrare i 90 anni della consacrazione della chiesa di San Pietro. A presiederla, domenica 8 dicembre alle 10.30, il vescovo Marco Prastaro, alla presenza delle autorità.
«Sarà una celebrazione – spiega don Mauro Canta, vice parroco di San Pietro – volta a ricordare i 90 anni dalla consacrazione della chiesa, avvenuta il 9 dicembre 1929 da parte del vescovo Luigi Spandre».
Ad approfondire il discorso Matteo Briatico, studente universitario al primo anno del corso di laurea in Scienze politiche, oltre che animatore ed educatore all’oratorio parrocchiale. Quando frequentava il liceo scientifico Vercelli, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola – lavoro si è occupato della storia della chiesa e della parrocchia, esaminando principalmente l’archivio interno che ha anche provveduto a sistemare.

La storia

Una foto storica dell’attuale chiesa di S. Pietro

«La parrocchia di San Pietro – spiega Briatico – è nata nel Quattrocento, quando faceva riferimento alla chiesa inserita nel complesso del vicino Battistero di San Pietro. Chiesa che è stata poi demolita nel 1931, una volta consacrata quella attualmente utilizzata, per la cui costruzione sono stati necessari sei anni di lavoro».
«La chiesa attuale, in stile neogotico – aggiunge don Canta – era inizialmente spoglia. Negli anni successivi è stata arricchita da dipinti (a firma di Giovanni Bevilacqua), affreschi, decorazioni murarie e vetrate. E’ stata anche interessata da lavori strutturali, tra cui l’installazione dell’impianto di riscaldamento, e da alcuni interventi di ristrutturazione. E’ poi curioso ricordare che l’altare maggiore della chiesa annessa al Battistero è stato collocato in una navata laterale di quella attuale».
La messa di sabato è l’ultima iniziativa in calendario per ricordare l’importante anniversario. Nel corso dell’anno, infatti, sono stati anche organizzati due concerti, alcune celebrazioni e una festa con i ragazzi dell’oratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente