La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, giovane tenta di gettarsi dal cavalcavia, salvato dai carabinieri
CronacaAsti -

Asti, giovane tenta di gettarsi dal cavalcavia, salvato dai carabinieri

Alcuni passanti hanno avvisato la centrale operativa che un giovane aveva scavalcato il parapetto del cavalcavia della "tangenziale" di corso Savona

Salvato dai carabinieri

Intervento provvidenziale dei carabinieri, questa notte, sul ponte della “tangenziale” di Asti, all’altezza di corso Savona (zona Boana), che ha salvato la vita ad un giovane straniero. Era circa mezzanotte quando alcuni passanti hanno avvisato la centrale operativa che un giovane, scavalcando il parapetto del cavalcavia, pareva intenzionato a gettarsi nel vuoto. L’immediato intervento dei militari del Radiomobile di Asti ha impedito il peggio. È stata una questione di attimi: i carabinieri sono riusciti a raggiungere l’uomo, un 33enne di origine sudamericana, afferrandolo per un braccio mentre si stava lasciando cadere da un’altezza di circa 20 metri; e, nonostante il suo tentativo di opporsi al salvataggio, è stato sorretto di forza e immobilizzato. Nel frattempo è arrivata un’ambulanza del 118: i soccorritori hanno prestato le prime cure al ragazzo e lo hanno trasferito al Pronto Soccorso dell’ospedale Cardinal Massaia di Asti, dove si trova attualmente ricoverato. «I primi accertamenti sembrano ricondurre il tentativo di gesto estremo ad una crisi sentimentale», spiegano i carabinieri dal comando provinciale di Asti. I militari intervenuti hanno riportato lievi lesioni dovute allo sforzo fisico profuso per salvare il giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente