profughi questura
Cronaca
Vita sociale

Asti, la Caritas offre colazione calda ai profughi che bivaccano fuori dalla Questura

Da qualche giorno i volontari si presentano al mattino con brioches e bevande calde

Anche questa mattina, come succede da qualche giorno, alcuni volontari della Caritas si sono presentati intorno alle 8 per rifocillare il gruppo di profughi, tutti pakistani, che hanno dormito nei sacchi a pelo sotto le finestre della Questura di Asti.

Brioches, caffè e thè caldo per offrire un po’ di conforto dopo una notte passata all’aperto che, se pure non ancora con i rigori invernali, mette comunque a dura prova la resistenza dei giovani migranti in attesa di poter accedere in qualche modo al riconoscimento di rifugiati.

Gli stessi volontari ogni mattina ricordano ai profughi che possono accedere ai locali del loro centro diurno per senzatetto, il Samaritano, per un riparo e per potersi lavare.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo