Rischia l'incidente con l'auto dei carabinieriPoi si scaglia con pugni e calci contro i militari
Cronaca

Rischia l'incidente con l'auto dei carabinieri
Poi si scaglia con pugni e calci contro i militari

Fine settimana impegnativo per i carabinieri della Compagnia di Asti, che in un servizio mirato al contrasto di furti e rapine, oltre che al controllo della circolazione, hanno impiegato 10 pattuglie

Fine settimana impegnativo per i carabinieri della Compagnia di Asti, che in un servizio mirato al contrasto di furti e rapine, oltre che al controllo della circolazione, hanno impiegato 10 pattuglie e 20 militari. Una persona è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, si tratta di Vasiu Xhoni, albanese 34enne pregiudicato e senza fissa dimora. Nella nottata di domenica, l’uomo ha rischiato l’incidente proprio con una vettura dei carabinieri. Xhoni sarebbe risultato in stato di ebbrezza, ma alla richiesta dei militari di esibire e documenti e di sottoporsi al controllo con l’etilometro, si sarebbe scagliato con calci e pugni e frasi ingiuriose contro i militari, che a quel punto lo hanno ammanettato.

I militari di Canelli hanno invece denunciato un macedone 41enne, residente a Nizza Monferrato, sorpreso mentre stava tentando di pagare un vaglia postale con una banconota da 100 euro contraffatta. Sempre i carabinieri di Canelli hanno provveduto a denunciare un 24enne originario della repubblica dominicana, residente a Genova, ed un 45enne residente ad Avellino, sono stati sorpresi a rubare dal personale antitaccheggio di un supermercato di Nizza alcuni oggetti di bigiotteria, per un valore totale di circa 25 euro.

Sabato e domenica intensi anche per i Carabinieri di Villanova d’Asti hanno denunciato tra gli altri un macellaio romeno 37enne, residente a Baldichieri d’Asti, sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebrezza alcolica, e due stranieri per non aver ottemperato al decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Torino.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo