federica farinella2
Cronaca
Lutto

Giovedì a Rivoli i funerali di Federica Farinella

A 21 anni dalla scomparsa e ad 1 anno e mezzo dal ritrovamento dei suoi resti in un bosco vicino alla casa del padre fra Chiusano e Montechiaro

«Mia cara Federica, finalmente riesco ad assicurarti il riposo che meriti lassù tra gli angeli. Io ti posso assicurare che continuerai a vivere nel mio cuore e che quando il Signore mi chiamerà potrò riabbracciarti e godere di quel sorriso dolcissimo che regalavi sempre». Un post dolce e straziante allo stesso tempo che il papà di Federica Farinella, Francesco, ha pubblicato insieme all’annuncio dei funerali della modella torinese scomparsa da Chiusano d’Asti. L’addio si terrà giovedì alle 14.30 alla parrocchia San Giovanni Bosco di Rivoli.
A 21 anni dalla sua inspiegabile scomparsa, finalmente Federica e la sua famiglia trovano un po’ di pace. Per quasi vent’anni il padre Francesco insieme al resto della famiglia, aveva cercato la ragazza. Poi, nell’ottobre del 2020, la tragica scoperta di un cacciatore che ha trovato dei resti umani in una rupe, a meno di un chilometro dalla casa dei Farinella. Le analisi hanno dato la conferma: si trattava di Federica.
Un ritrovamento che non ha mai spiegato però come la ragazza fosse arrivata lì e lì fosse deceduta.
Il criminologo Fabrizio Pace aveva costituito un team di esperti forensi che si erano occupati di setacciare l’area del ritrovamento riuscendo a recuperare numerose altre ossa appartenenti alla modella. Tutto era stato sottoposto ad esami medico legali che avevano confermato che il corpo si era decomposto lì dove è stato ritrovato. Ma nulla sulla causa della morte, né sui motivi che spinsero la ragazza ad addentrarsi nella campagna intorno a casa, visto che era piuttosto diffidente nel percorrere strade strerrate o peggio ancora, boschi ed incolti. Per la Procura della Repubblica di Asti il caso è chiuso perché non rileva evidenze che possano portare a indagare oltre.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo