Il ritorno della "signora della coca"
Cronaca

Il ritorno della "signora della coca"

E' atteso per domenica il rientro in Italia di Carmen Noemi Rosado, la oss di origine dominicana arrestata nei giorni scorsi all'aeroporto di Francoforte, in Germania, nell'ambito di

E' atteso per domenica il rientro in Italia di Carmen Noemi Rosado, la oss di origine dominicana arrestata nei giorni scorsi all'aeroporto di Francoforte, in Germania, nell'ambito di un'inchiesta della Squadra mobile della polizia astigiana, perché sospettata di essere la mente di un traffico internazionale di cocaina. In manette sono finiti anche il marito e il fratello.

In tutto 14 arresti e 4 chili di cocaina sequestrati. La droga viaggiava da Santo Domingo all'Italia, grazie all'impiego di "ovulatori": così vengono chiamati i corrieri che ingoiano ovuli di cocaina, trasportandoli all'interno del proprio corpo e sfuggendo così a qualunque controllo. Solo una radiografia può svelare la presenza di ovuli nello stomaco o nell'intestino (uno dei corrieri è stato arrestato con 87 ovuli di coca in corpo).

Un traffico che secondo gli investigatori era organizzato in ogni minimo particolare e con grande tenacia: al punto da arrivare a "prestiti" nell'ambito di una stessa famiglia, che si dovevano restituire con tutti gli "interessi".

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo