Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/il-sindaco-di-isolabrstanchi-di-furti-e-rapine-56e694cd0a92c1-nkihqm3wz9lccqc1tob23l62r4cev6jujbwn7ojyq0.jpg" title="Il sindaco di Isola:
«Stanchi di furti e rapine»" alt="Il sindaco di Isola:«Stanchi di furti e rapine»" loading="lazy" />
Cronaca

Il sindaco di Isola:
«Stanchi di furti e rapine»

Ancora un furto in un'abitazione, alcune sera fa, ad Isola. Sconosciuti sono entrati in una casa del centro paese ed hanno fatto razzia di diversi oggetti di valore, che erano stati ben nascosti

Ancora un furto in un'abitazione, alcune sera fa, ad Isola. Sconosciuti sono entrati in una casa del centro paese ed hanno fatto razzia di diversi oggetti di valore, che erano stati ben nascosti dai proprietari. L'impressione che hanno destato i ladri è stata così quella di essere una banda ben organizzata. L'ennesimo episodio accaduto in paese ha suscitato una ferma presa di posizione da parte del sindaco Fabrizio Pace, in merito al fenomeno dei furti con cui molti isolani (e non solo) si trovano a dover fare i conti.

«Non siamo più sicuri nelle nostre case: siamo in balia di bande organizzate, dotate presumibilmente di metal detector, che arrivano su auto rubate e nel giro di pochi minuti, in due o tre persone, devastano le nostre case saccheggiando tutto ciò che possono ?- dice il sindaco Pace -? Non si tratta di ladruncoli e in diversi casi i responsabili di tali furti potrebbero essere nomadi che arrivano da fuori provincia. Possibile che non ci sia modo di fronteggiare la situazione? Nei confronti del cittadino vengono messi in atto i controlli più svariati: perché nei confronti dei "soliti noti" non si può intervenire con controlli più efficaci?». Sul posto, per il sopralluogo tecnico, sono arrivati i carabinieri di Agliano. Tra gli accertamenti eseguiti sono anche state rilevate le impronte digitali.

«È fondamentale che i cittadini sporgano sempre denuncia nei casi di furto e anche solo di un tentativo di scasso. Spesso invece la denuncia non viene presentata: per sfiducia oppure perché non si vuole perdere mezz'ora di tempo? Non denunciando si ha un alto "numero oscuro", rappresentato appunto dai crimini che non vengono denunciati ? evidenzia il primo cittadino isolano, criminologo e psicopatologo forense ? Così come è fondamentale svolgere i giusti rilievi sui luoghi di furto, rilevando le impronte digitali, che entrano così in una banca dati nazionale, l'Afis». Pace lancia anche un appello agli isolani: «Oltre alla denuncia alle forze dell'ordine, chiedo ai cittadini di segnalare anche al Comune di Isola gli episodi di furti di cui sono rimasti vittime: ciò ci consentirà di stilare una statistica sulla base della quale stabilire gli interventi di nostra competenza da attuare a tutela della stessa popolazione e allo stesso tempo essere di supporto alle forze dell'ordine». Un aspetto, quello della sicurezza, ai primi posti delle priorità della nuova amministrazione comunale.

All'indomani della rapina al pensionato di 79 anni dei Molini, alle porte di Isola, atteso fuori casa da due banditi che lo hanno poi legato con del nastro per immobilizzarlo, poco prima di Natale, aveva sottolineato il sindaco Pace: «Dobbiamo renderci conto che Isola non è più il paese tranquillo a cui eravamo abituati: negli ultimi due anni abbiamo avuto un omicidio in corso Volpini, ancora irrisolto, e due persone scomparse, una delle quali, Elena Ceste, ritrovata in un canale nel nostro territorio grazie ad un intervento di pulizia del rio Mersa voluto dalla nostra amministrazione; senza contare la raffica di furti nelle abitazioni, compresa la mia. Entro il 2015 forniremo un buon servizio di vigilanza attraverso le telecamere nel concentrico e nelle frazioni: un deterrente per abbassare il numero di reati e uno strumento per risolvere i casi che avvengono. Non si riuscirà ad azzerare la criminalità, ma rappresenterebbe un buon strumento in ausilio alle forze dell'ordine».

Marta Martiner Testa

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link: https://whatsapp.com/channel/0029Va8jc2O0LKZAUYo2g63v

Scopri inoltre:

Edizione digitale