215854237_315659633613947_810748973094894372_n
Cronaca
La storia

Moncucco Torinese, storia di un paese che aiuta un camionista “incastrato”

Un giovane autista di Tir russo viene ingannato dal navigatore satellitare e si blocca in una via del paese: gara di solidarietà per aiutarlo
Il racconto è affidato ai social direttamente dalla pagina Lista Civica Bargetto per Moncucco per far sapere a tutti lo slancio di generosità e di aiuto che ha coinvolto molti paesani.
Nel pomeriggio di ieri un tir proveniente dalla Russia, dopo aver caricato alla Martini, per colpa di un errore del navigatore si è ritrovato nelle strette vie di Moncucco e, in una curva, è rimasto incastrato dopo aver urtato una casa.
«Quando il giovane autista è sceso dall’automezzo era spaventato e preoccupato – si legge sul post del sindaco – Ed è vedendolo in difficoltà che è scattata la solidarietà degli abitanti del paese.
Grazie a chi gli ho offerto qualcosa da bere, a chi ha diretto il traffico, a chi ha aiutato a sgomberare la strada e a spostare il mezzo, a chi ha prestato il suo camion con la gru per poter aiutare chi gli ha riparato il mezzo.
Grazie a chi ha fatto da interprete (il ragazzo non parlava nemmeno una parola di italiano), grazie ai carrozzieri che gratuitamente gli hanno aggiustato il camion e grazie a chi gli ha offerto l’AdBlue per permettergli di continuare il viaggio.
Grazie a chi gli ha offerto la sua casa per potersi lavare e mangiare un pasto caldo (il giovane aveva pochi soldi con sé, non mangiava da due giorni, era il suo primo viaggio e la sua prima esperienza lavorativa).
È bello vedere che ci sono ancora persone che hanno un grande cuore e sono generose nei confronti di chi ha bisogno» conclude il sindaco che ringrazia tutta la comunità che si è resa disponibile e solidale. «Sicuramente quel giovane è tornato a casa con la consapevolezza che esistono delle belle realtà come la nostra e belle persone pronte a dare una mano quando ce n’è bisogno».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo