Montafia scuola
Cronaca

Montafia: la scuola dell’infanzia resta dov’è

Scongiurato il trasferimento nella polisportiva di Cortazzone

Dal Ministero la conferma dell’idoneità degli spazi

La scuola dell’infanzia di Montafia riaprirà a settembre nella sua sede nel centro storico del paese. Alla conferenza dei servizi dello scorso 30 luglio è stata confermata l’idoneità degli spazi sulla base delle più recenti linee guida ministeriali che non prevedono restrittive regole di distanziamento per la scuola dell’infanzia. «In un primo documento per la pianificazione delle attività scolastiche adottato dal Ministero dell’Istruzione a fine giugno si demandava alle Amministrazioni l’organizzazione dei locali e delle strutture necessarie alla ripresa delle attività didattiche nel rispetto del distanziamento tra i ragazzi», spiega il sindaco di Montafia Giovanni Marchese. «Spazi sufficienti per le scuole elementari e medie ci sono ma, in mancanza di linee guida specifiche per la scuola dell’infanzia, ci siamo trovati a dover ipotizzare spazi aggiuntivi per garantire il servizio alle famiglie con la regolare riapertura della scuola a settembre: una soluzione “estrema” e temporanea per garantire un ritorno alla normalità anche ai più piccoli».

Il trasferimento non sarà necessario per garantire la riapertura a settembre

«Poiché a Montafia non sono presenti grandi strutture o ampi spazi idonei a ospitare anche in via temporanea una scuola, in accordo con i sindaci di Capriglio, Cortazzone e Viale, dove risiede buona parte degli alunni e con i quali dal 2009 vige un accordo per la compartecipazione alle spese di gestione e manutenzione del plesso scolastico, abbiamo ricercato spazi alternativi. Dal confronto sono state proposte: la biblioteca di Capriglio, scartata perché troppo piccola, il Castello di Viale, per il quale abbiamo però ottenuto il fermo dalle Belle Arti per l’impossibilità di operare modifiche strutturali come la realizzazione di bagni su misura per i bambini, e la polisportiva di Cortazzone, individuata come la più idonea in caso di necessità. Fortunatamente nessun trasloco sarà necessario e tutto resterà dov’è, con la scuola dell’infanzia a pochi passi dall’edificio che ospita primaria e scuola media», chiarisce il sindaco. Una notizia che rassicura certamente i cittadini di Montafia, inizialmente preoccupati che un possibile temporaneo trasferimento potesse trasformarsi in una perdita definitiva del servizio all’infanzia in paese, e per tutte le famiglie con figli in età diverse per i quali la gestione dell’ingresso a scuola su più comuni avrebbe comportato inevitabili disagi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo