Politici, commercianti, militari:10 nuovi Cavalieri della Repubblica
Cronaca

Politici, commercianti, militari:
10 nuovi Cavalieri della Repubblica

La suggestiva cornice di Palazzo Mazzetti ha accolto quest’anno la cerimonia di consegna delle onorificenze di Cavalieri al merito della Repubblica italiana, assegnate dal Presidente della

La suggestiva cornice di Palazzo Mazzetti ha accolto quest’anno la cerimonia di consegna delle onorificenze di Cavalieri al merito della Repubblica italiana, assegnate dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il salone delle feste, su cui domina in tutto il suo splendore il dipinto “Le femme” di Giacomo Grosso (1895), ha accolto nella mattinata di mercoledì i dieci neocavalieri astigiani. Ad allestire il momento di festa la Prefettura, con il Prefetto Pierluigi Faloni che ha personalmente consegnato ad ognuno dei premiati il diploma di Cavaliere, insieme ai sindaci dei loro paesi di residenza o dei rappresentanti delle forze dell’ordine, nel caso dei militari insigniti.

Nuovi Cavalieri della Repubblica sono il comandante provinciale dei carabinieri, il tenente colonnello Fabio Federici; l’ispettore superiore della polizia penitenziaria Francesco Allegretti; Giuseppe Bollito, commerciante di Valfenera; Maurizio Bologna, sindaco di Moasca; il luogotenente Franco Chezzi del Nucleo mobile della Finanza di Asti; la dottoressa Sipontina Granata, direttore dell’Ufficio provinciale di Alessandria dell’Agenzia del Territorio; l’appuntato scelto dei carabinieri Gabriele Marinilli, di Mombercelli; l’ex consigliere provinciale Francesco Mattioli; il dottor Claudio Negro, direttore del servizio di Medicina legale; il maresciallo aiutante Antonio Rega della brigata di Canelli della Finanza, di San Damiano.

Non era presente alla cerimonia per impegni a Roma il presidente della Camera di commercio di Asti Mario Sacco, che ha ricevuto il titolo di Commendatore. Presente alla manifestazione anche il Presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Asti Michele Maggiora, che ha fatto gli onori di casa a Palazzo Mazzetti, evidenziando come l’edificio abbia ospitato importanti famiglie illustri di Asti, che hanno dato contributi preziosi alla città: «La cornice giusta», ha detto.

Marta Martiner Testa

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo