M;usso Giuliana
Cultura e Spettacoli

“Oltre l’eroe”, il tema della guerra nel racconto di Giuliana Musso

Domenica nuovo appuntamento con la stagione teatrale dello Spazio Kor in diretta Zoom, limitato ad un massimo di cento spettatori

Continua online la stagione Public “Oltre” dello Spazio Kor.
Domenica 24 gennaio alle 21, in diretta Zoom, si terrà l’incontro “Oltre l’eroe” con Giuliana Musso. Attrice e autrice, è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine.

L’appuntamento

L’appuntamento ruoterà intorno ai temi dello spettacolo “Mio eroe”, scritto dall’attrice e inserito nel cartellone della stagione, che doveva partire lo scorso 14 novembre ma che poi è stata bloccata a causa dell’emergenza sanitaria. Giuliana Musso racconterà la genesi del progetto, ma alternerà il discorso a momenti di teatro.
Il tema è la guerra contemporanea, in particolare la biografia di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan durante la missione ISAF (2001- 2014), attraverso le testimonianze delle loro madri, che costruiscono un altare di memorie personali che trabocca di un naturale amore per la vita.
Nell’alveo di questi racconti intimi, a tratti lievi e drammatici, prende però forza e si fa spazio un discorso etico e politico, ponendosi interrogativi puntuali sulla logica della guerra, sull’origine della violenza come sistema di soluzione dei conflitti, sul mito dell’eroe e sulla sacralità della vita umana. In queste testimonianze femminili il tema della pace e il tema della maternità risuonano per quello che ancora sono: pubblicamente venerati e segretamente dileggiati.

Chi è Giuliana Musso

Attrice, ricercatrice, autrice (Premio della Critica 2005, Premio Cassino Off 2017 e Premio Hystrio 2017 per la drammaturgia), Giuliana Musso è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine. Un teatro che si colloca al confine con il giornalismo d’inchiesta, tra l’indagine e la poesia, la denuncia e la comicità. Una poetica che caratterizza tutti i suoi lavori: una prima trilogia sui “fondamentali” della vita, “Nati in casa, Sexmachine e Tanti Saluti”, e poi un impegnativo viaggio nella distruttività del sistema patriarcale con “La città ha fondamenta sopra un misfatto “(ispirato a “Medea. Voci” di Christa Wolf), “La Fabbrica dei preti” (sulla vita e la formazione nei seminari italiani prima del Concilio Vatocano II) e, appunto, “Mio eroe” (la guerra contemporanea nelle voci di madri di militari caduti in Afghanistan). Il monologo “La scimmia”, testo originale ispirato al protagonista del racconto di Franz Kafka “Una relazione per un’accademia”, ha debuttato a Mittelfest 2019, mentre il suo ultimo lavoro a due voci, “DENTRO. Una storia vera, se volete” ha debuttato a Venezia per Biennale Teatro 2020.

Come partecipare

La partecipazione allo spettacolo è gratuita e limitata a un massimo di 100 spettatori. È necessario prenotare via mail a info@spaziokor.it oppure tramite Whatsapp con un messaggio al numero 388/7212317. Lo spettatore riceverà un link per partecipare alla diretta Zoom.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Una risposta

I commenti sono chiusi.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail