La Nuova Provincia > Salute e green > Cascina in Campagna Naturasì: a San Damiano esperimento “a tutto bio”
Salute e greenSan Damiano -

Cascina in Campagna Naturasì: a San Damiano esperimento “a tutto bio”

Un luogo dove acquistare, studiare, imparare, praticare, mangiare cibi biologici. E non solo

L’inaugurazione venerdì scorso

Un piccolo tempio dove il “bio” si studia, si insegna, si impara, si coltiva, si compra, si mangia.
E’ la Cascina in Campagna di San Damiano, in via Lavezzole 5, ex sede di Eataly in Campagna che da venerdì scorso accoglie il progetto pilota di Naturasì, già presente ad Asti con il suo marchio nel punto vendita della storica Cooperativa della Rava e della fava.
Fra tutte le cascine che si sono proposte in Italia, Naturasì ha scelto quella di San Damiano, di proprietà della nota famiglia di tostatori Valle, per lanciare il format sperimentale di allargamento della cultura bio dallo scaffale di vendita ad un luogo di formazione e informazione.

L’esterno di Cascina Amica in frazione Lavezzole 5

Tutte le “anime” della Cascina

Definire Cascina in Campagna un market del bio è fortemente riduttivo.
Certo, è presente una vasta area market delle referenze di Naturasì, tutte rigorosamente bio e provenienti da tutto il mondo, ma intorno ruotano molte altre “anime”.
A partire dalla ristorazione: il piano di sopra della grande cascina ristrutturata accoglie un ristorante che cucina esclusivamente i prodotti bio che si trovano nel market sottostante.
In cucina il cuoco Erik Bonaventura e la sua squadra pronti a servire un menù realizzato ad hoc sulla base della materia prima bio disponibile nell’area vendita. Con gli ingredienti cucinati con il sole, visto che per la cottura vengono utilizzati piani ad induzione alimentati dai pannelli fotovoltaici.
Così i clienti che vogliano replicare a casa un piatto mangiato al ristorante possono acquistare gli ingredienti e farsi suggerire dal cuoco i passaggi per realizzarlo da soli.
Perchè insegnare e trasmettere le ragioni più profonde di un’agricoltura biologica e di una nuova filosofia di alimentazione e di “gestione” della cucina domstica nel rispetto della natura è una delle principali mission di Cascina in Campagna Naturasì che ha già preso contatti con numerose scuole della zona, dalle elementari alle superiori per una serie di lezioni di agricoltura bio ma anche per realizzare gli orti didattici nei cortili degli istituti.

Anche l’acqua è speciale

Fra le chicche di Cascina in Campagna vi è l’angolo dedicato ai produttori che si avvicenderanno per presentare (e cucinare) il frutto del loro lavoro ma anche l’impianto per eventi musicali, culturali ed artistici che contribuiscono all’atmosfera improntata al benessere e alla distensione necessari per mangiare e vivere meglio.
A Cascina in Campagna neppure l’acqua è “normale”, ma grazie ad un innovativo brevetto Naturasì viene servita “alla spina” dopo un processo totalmente privo di chimica che la rivitalizza e la armonizza.
Fra le autorità che hanno voluto conoscere personalmente la cascina “sperimentale” a San Damiano anche il presidente della Provincia Paolo Lanfranco e il sindaco di Asti Maurizio Rasero.

Il singolare brindisi con l’acqua rivitalizzata

A 90 anni converte la sua azienda al bio

E fra il pubblico una presenza esemplare: quella di Luca Durandi, contitolare della tenuta Terre di Batibò di San Damiano che a 90 anni ha deciso di riconvertire tutta la sua produzione agricola da convenzionale a biologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente