La Nuova Provincia > Cronaca > Banda di ladri per rubare i camion: uno di loro perde i documenti nella fuga
Cronaca Asti -

Banda di ladri per rubare i camion: uno di loro perde i documenti nella fuga

E' successo stanotte alla Spessa Calcestruzzi di Castagnole Lanze. A fermarli l'arrivo di carabinieri e guardie giurate che hanno visto tutto dalle telecamere di sorveglianza

Ladri in fuga dopo aver tentato il colpo alla Spessa Calcestruzzi

Notte movimentata quella appena trascorsa, in via dell’Acqudotto a Castagnole Lanze dove ha sede la ditta Spessa Calcestruzzi. Intorno alle 2, infatti, cinque o sei ladri sono entrati nel piazzale della ditta e hanno cominciato a girare intorno ai numerosi betoncar e camion parcheggiati con la chiarissima volontà di rubarli. Sono riusciti anche a manomettere l’impianto di avviamento in modo da porter mettere in moto i camion senza averne le chiavi di accensione. Hanno messo in moto più mezzi e hanno cominciato a portarne fuori uno mentre gli altri attendevano, in coda, per seguirlo.

Tutto visto dalle telecamere di sorveglianza

Ma non hanno fatto i conti con la videosorveglianza a distanza installata dalla ditta. L’arrivo e i movimenti sospetti della banda è stata ripresa in diretta dai monitor della centrale operativa della Vedetta (nella foto)  il cui operatore, appena si è accorto della presenza dei ladri, ha fatto scattare l’allarme e ha inviato alcune pattuglie di guardie giurate in servizio oltre ad aver avvertito anche i carbainieri che hanno inviato, a loro volta, una pattuglia del Radiomobile.

Scappati nelle campagne

Quando si sono accorti che stavano arrivando le forze dell’ordine e le guardie giurate, i ladri, che stavano già guidando il camion verso l’uscita dal piazzale, hanno fatto una manovra sbagliata e lo hanno fatto sbattere contro un palo della luce. A quel punto lo hanno abbandonato e sono scappati nelle campagne circostanti, approfittando del buio pesto. Hanno lasciato a terra anche gli arnesi da scasso usati per manomettere i motorini di accensione e l’accesso alle cabine. Ad uno di loro, romeno, è caduto anche un documento che è stato sequestrato dai carabinieri e sarà utilizzato per la sua identificazione. E’ stato poi immediatamente avvertito il titolare della ditta, Roberto Spessa, che sta compiendo un accurato sopralluogo per quantificare l’entità esatta dei danni arrecati ai suoi camion.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente