La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Passepartout, sul palco gli scrittori Paolo Giordano e Pietrangelo Buttafuoco
Cultura e spettacoli Asti -

Passepartout, sul palco gli scrittori Paolo Giordano e Pietrangelo Buttafuoco

Insieme a loro, ospiti del festival in questi giorni, numerosi altri personaggi di spicco, da Angelo Pezzana ad Elena Loewenthal

Il festival Passepartout

Si continuerà a riflettere su “L’Altro”, nei prossimi giorni in città. Proseguono infatti gli appuntamenti, incentrati su questo tema, del festival Passepartout, in programma fino a domenica 10 giugno nel cortile della Biblioteca Astense (con ingresso da piazza Castigliano) e al Centro culturale San Secondo di via Carducci 22.
Organizzato dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti con l’appoggio del Comune di Asti e della Regione Piemonte, ha la direzione scientifica di Alberto Sinigaglia, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte.
L’obiettivo del festival è mettere a confronto l’anno in corso con uno della storia in cui si riconoscano analogie utili a capire il presente e analizzare il futuro. Il tema di quest’anno è scaturito dalla scelta dell’anno di riferimento: il 1938, anno della proclamazione delle leggi razziali. Di conseguenza il titolo “L’Altro” si riferisce all’altro del 1938 (il malato, il diverso, l’ebreo) ma anche quello di oggi, nei nuovi razzismi, conclamati o striscianti. Per poi ampliare il discorso analizzandone le varie sfaccettature. Il tutto grazie alla presenza, sul palco, di nomi di spicco provenienti dagli ambiti più diversi, dal giornalismo alla cultura accademica.

I prossimi appuntamenti

Di seguito il calendario degli appuntamenti previsti fino a giovedì 7 giugno. Oggi (mercoledì), alle 17.45 al Centro culturale San Secondo, per la rassegna “Sguardi sull’Altro”, si terrà una performance a cura degli studenti del Liceo classico Alfieri dal titolo “C’è una guerra … e noi?”. Si compone di tre sequenze significative di film sulla guerra, due brevi letture (tratte da Moravia e Fallaci) e un piccolo testo teatrale, scritto appositamente dagli allievi. Il percorso è stato costruito a partire dalla mostra sull’assedio di Aleppo, promossa dal giornalista de La Stampa Domenico Quirico presso Palazzo Mazzetti. Lo spettacolo intende essere una riflessione sul significato (anche emotivo e psicologico) che il termine guerra assume oggi per un adolescente, in presenza di conflitti avvertiti come lontani geograficamente e per i quali manca ai giorni nostri una sicura griglia ideologico-politica di lettura, a differenza di generazioni precedenti di giovani.
Hanno partecipato al lavoro Marta Brignolo, Matilde Zeggio, Valentina Moro, Sara Omegna, Irene Gado e Sara Fichera coordinate da Roberto Gatti e Laurana Lajolo.
A seguire, alle 18 sempre al Centro culturale San Secondo, incontro dal titolo “L’ideale e l’amore, l’ideale e l’odio”. Protagonisti lo scrittore Paolo Giordano, divenuto famoso per aver scritto il romanzo “La solitudine dei numeri primi” (Mondadori 2008, e Marco Zatterin, vicedirettore del quotidiano La Stampa. Infine stasera, alle 21 nel cortile della Biblioteca Astense, lo scrittore e giornalista Pietrangelo Buttafuoco salirà sul palco per parlare di “Gli altri siamo tutti, a turno”.
Giovedì 7 giugno, alle 17.45 al Centro culturale San Secondo, per la rassegna “Sguardi sull’Altro”, sarà proiettato il video “Storie di quadri, quadri di storie” a cura degli studenti del Liceo scientifico di Nizza Monferrato. Sempre al centro culturale, alle 18, l’incontro dal titolo “I musei come strumenti di dialogo e di unione”. Ne parleranno Christian Greco, egittologo e direttore del Museo Egizio di Torino, e il docente universitario di Estetica Marco Vallora.
Quindi, alle 21 nel cortile della Biblioteca Astense, si parlerà di “Sterminio e persecuzione” con Angelo Pezzana, giornalista, fondatore del Salone del libro di Torino e storico leader del movimento omosessuale. Insieme a lui Elena Loewenthal: scrittrice e traduttrice, lavora da anni sui testi della tradizione ebraica e traduce letteratura d’Israele, attività che le sono valse nel 1999 un premio speciale da parte del Ministero dei Beni Culturali.
L’ingresso agli incontri è libero. In caso di maltempo gli appuntamenti previsti nel cortile della Biblioteca Astense si terranno al Centro culturale San Secondo.
Programma completo su: www.passepartoutfestival.it.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente