La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Storia della Massoneria, se ne parla con Aldo Alessandro Mola
Cultura e spettacoli Asti -

Storia della Massoneria, se ne parla con Aldo Alessandro Mola

Il docente universitario presenterà il suo nuovo libro oggi nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri

La presentazione del libro

Perché nel Giubileo della Misericordia Papa Francesco ha ribadito la scomunica dei massoni? Perché il Movimento Cinque Stelle, la Lega, Liberi e Uguali vietano le logge ai loro iscritti o simpatizzanti? Perché la Relazione della commissione antimafia del 2017 ha definito la Massoneria “sostanzialmente segreta”?
Sono alcune tra le domande affrontate da Aldo Alessandro Mola nel suo nuovo libro, intitolato “Storia della Massoneria in Italia, 1717-2018”, che sarà presentato oggi (mercoledì) alle 18 nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri. L’incontro, ad ingresso libero, fa parte della rassegna “La grande Storia a teatro”, organizzata dall’Assessorato comunale alla Cultura su idea dell’assessore Gianfranco Imerito e del giornalista Vanni Cornero, che conduce gli incontri.

Il lavoro di ricerca

Il professor Mola si è dedicato alla storia della massoneria sulla base di documenti raccolti in 40 anni di ricerche in Italia e all’estero. I suoi libri sono una descrizione dei fatti nella loro complessità, tra “Secolo dei Lumi”, Impero napoleonico, Restaurazione, Risorgimento, Ventennio fascista e Italia repubblicana. Nel libro prendono corpo le radici di molti “misteri” legati agli intrecci, a volte reali a volte presunti, tra uomini politici, militari, imprenditori, finanzieri e logge massoniche.
Il volume contiene, tra l’altro, inediti come le istruzioni segrete di David Levi sull’organizzazione della Massoneria nel 1861, sull’evaporazione del Tesoro massonico dopo lo scioglimento del 1925 da parte del regime fascista, sull’azione dei massoni in esilio e sui legami tra Massoneria e Casa Savoia.

L’autore

Già docente a contratto di Storia contemporanea all’Università Statale di Milano, dal 1992 Mola è contitolare della Cattedra Théodore Verhaegen di Bruxelles, oltre che autore di importanti saggi su argomenti quali la storia della massoneria italiana e la monarchia in Italia. Dal 1982 collabora con gli uffici storici dello Stato Maggiore dell’Esercito e dello Stato Maggiore della Difesa, oltre che con l’Istituto italiano per gli Studi filosofici.

info@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente