Festival delle Sagre, tutto quello che c'è da sapere
Cultura e Spettacoli

Festival delle Sagre, tutto quello che c’è da sapere

Con un meteo che, secondo le previsioni, si fa perdonare dell’acqua dell’anno scorso, si sta per aprire il week end del Festival delle Sagre

Con un meteo che, secondo le previsioni, si fa perdonare dell’acqua dell’anno scorso, si sta per aprire il week end del Festival delle Sagre. Conferme sulle condizioni del tempo arrivano da Meteoasti: «Sabato cielo poco nuvoloso al mattino, a causa di residui addensamenti in dissoluzione entro l’alba. Dal tardo pomeriggio nuovo aumento della nuvolosità, che risulterà comunque innocua. Domenica ancora soleggiato, con qualche cumulo pomeridiano. Estremi per il capoluogo di +18°C / +32°C».

La festa inizia sabato con l’anteprima serale alle 18,30 e chiusura alle 23.Nella giornata di domenica la sfilata e poi la grande abbuffata no-stop dalle 11,30 alle 23 (secondo cronoprogramma, ma nella realtà fino ad esaurimento scorte che avviene sempre nel tardo pomeriggio per molte pro loco). Il luogo è lo stesso, il grande Campo del Palio attorno al quale saranno allestite le casette.

Solidarietà

La festa di sabato e domenica può rappresentare anche un’occasione di solidarietà verso le popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia. L’Unpli, l’Unione delle Pro Loco italiane, ha deliberato una raccolta fondi da destinare alle “sorelle” colpite dal sisma. Durante tutta la durata di apertura degli stand gastronomici, sarà possibile lasciare ad una qualunque cassa un’offerta per i terremotati. Offerta che può essere consegnata in busta chiusa o semplicemente lasciata in termini di “resti” non ritirati da destinare alla causa. A fine manifestazione anche le Pro Loco saranno invitate a contribuire. Ricordando che una delle Pro Loco ospiti, qualche anno fa, fu proprio quella di Amatrice, , presente ad Asti insieme a Ladispoli per distribuire la sua storica pasta all’amatriciana.

Treni speciali

Per non intasare il traffico, sabato e domenica, le Ferrovie hanno istituito anche quest’anno alcuni treni straordinari da Torino ed Alessandria.

SABATO. In partenza da Torino treni alle 17,40 -18,40 – 19,40 – 20. Il ritorno da Asti verso Torino alle 23,40 – 00,35 – 1,00 – 2,00. Ritorno ad Alessandria alle 00,40.

DOMENICA. In partenza da Torino alle 9,20 – 9,45 – 10,10 – 11,45. Ritorno 15,30 – 16 – 17 – 18. La partenza da Torino è alla stazione Porta Nuova. I treni tra Torino e Asti fermeranno in tutte le stazioni tranne Moncalieri, Pessione e San Paolo Solbrito. Il treno tra Asti e Alessandria fermerà in tutte le stazioni.

Aisla, le Sagre per tutti

Un Festival a misura di tutti, anche dei disabili che quest’anno potranno continuare a contare sui volontari dell’Aisla. Al centro del Villaggio gastronomico sarà presente una postazione dedicata, con tavoli e spazi adeguati, cui tutti i disabili con un accompagnatore potranno accedere e trovare volontari pronti a prendere le “ordinazioni” e ad andare a ritirare i piatti per conto loro presso i vari stand.

Annullo filatelico

Anche Poste Italiane partecipa al 43° Festival delle Sagre e alla Douja d’Or con due annulli filatelici disegnati per l’occasione. Quello delle Sagre potrà essere richiesto presso lo spazio allestito c/o lo spazio allestito in Piazza del Campo del Palio in Asti, nella giornata di domenica 11 settembre 2016 dalle 11 alle 17. L’annullo della Douja potrà invece essere richiesto presso lo spazio allestito nel Palazzo Alfieri nella giornata di venerdì 9 settembre dalle 17,30 alle 20,30.

Il menu del Festival delle Sagre

ANTIGNANO

Tajarin mais 8 file 3,50 euro
Crostata di mais 1,80 euro

AZZANO

Risotto ai funghi 3,50 euro
Il dolce dell’Abbazia 2 euro

BOGLIETTO DI COSTIGLIOLE

Taglierini fatti in casa 3,50 euro
Pesche al Moscato d’Asti 2 euro

CALLIANETTO

Gran fritto misto 7,50 euro
Tortino ‘d Gianduja 1,80 euro

CALLIANO

Agnolotti d’asino 5 euro
Salamini d’asino 2 euro

CANTARANA

Cotechino e “sancràu” 3,50 euro
Tomini elettrici 2,70 euro

CASABIANCA

Polenta fritta e gorgonzola 3 euro
Salame dolce 1,80 euro

CASTELLERO

Fondenti di nocciole 1,80 euro
Croccanti di nocciole 1,80 euro

CELLARENGO

Tinche in carpione 5,50 euro
Trippa calda con cipolle 3,70 euro

CESSOLE

Frittelle salate 2,50 euro

CORSIONE

Torta di mele 2,20 e 2,90 euro

CORTAZZONE

Tagliatelle con tartufo 5 euro
Focaccia di mele 1,80 euro

COSTIGLIOLE

Ravioli con il “plin” 4,30 euro
Bunèt di Costigliole 1,80 euro

CUNICO

Gnocchi alla Cunichese 3,50 euro

GRAZZANO BADOGLIO

Soma d’aj con uva 2,20 euro
Pane, pomodoro e uva 2,20 euro

ISOLA D’ASTI

Baciuà con bagnetto 3,80 euro
Frittura di lumache 4,70 euro

MOMBERCELLI

Frittella salata con lardo 3 euro

MONASTERO BORMIDA

Puccia di Monastero 3,30 euro
Robiola di Roccaverano con pane e mostarda 2,20 euro

MONCALVO

Sontuoso bollito misto
6,20 euro Panna cotta 1,50 euro

MONGARDINO

Risotto alla Barbera 3,50 euro
Antico “mun” 1,80 euro

MONTECHIARO

Risotto con tartufo 5 euro
Crema dolce in sfoglia 1,80 euro

MONTEGROSSO

“Cisrà” 3,50 euro
Panfritto con salumi 2,60 euro

MONTIGLIO MONFERRATO

Rolata di coniglio con funghi e polenta 5 euro
Torta di nocciole 2 euro

MOTTA DI COSTIGLIOLE

Gran “bagna cauda” con peperoni e verdure di stagione 4,50 euro
Involtino di peperone 3 euro

NIZZA MONFERRATO

“Belecauda” (farinata di ceci) 3,20 euro

PALUCCO

Lingua in salsa verde 3,50 euro
Frittelle dolci del contadino 1,80 euro

PORTACOMARO

Gran fritto misto 7,50 euro
Torta di castagne 1,80 euro

QUARTO

Tagliatelle al sugo di cinghiale 3,50 euro
Rotolo al cacao 1,80 euro

REVIGLIASCO

Stufato di vitellone 4,50 euro

REVIGNANO

Zabaglione al Moscato 2 euro
Bunèt della nonna 2 euro

ROCCHETTA TANARO

Rustica ai formaggi 2,50 euro
Friciulin (frittelle) di patate 2,30 euro

SANTA CATERINA DI ROCCA D’ARAZZO

Agnolotti al sugo di carne 4,30 euro
Antico bodino di Casa Savoia 1,80 euro

SAN DAMIANO

Salsiccia alla Barbera d’Asti 3,70 euro
Canestrelli di San Damiano 1,70 euro

SAN MARZANOTTO

Polenta arrostita sulla brace con salsiccia e peperonata 4,50 euro
Lardo macinato, insaporito e spalmato sul pane 1,80 euro

SERRAVALLE

Tonno di coniglio 5 euro
Torta di zucca 1,80 euro

SESSANT

Carne cruda all’Astigiana 4,20 euro
Torta di ricotta 1,80 euro

VALENZANI

Polenta con bocconcini di cinghiale 4,50 euro
Salamini di cinghiale 2,50 euro

VARIGLIE

Pan marià (pane raffermo, passato nell’uovo e fritto) 2,20 euro
Friciulin (frittini) di riso 1,70 euro

VIARIGI

Agnolotti alla moda di Viarigi conditi con sugo di arrosto 4,30 euro

VILLAFRANCA

Tagliatelle ai funghi porcini 3,50 euro
Bunèt al cioccolato 1,80 euro

VILLANOVA

Vitello tonnato 4,10 euro
Pesche ripiene al cioccolato 2 euro

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo