La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Il film di Elisabetta Sgarbi sui vaccini gratis sui social della Biblioteca Astense
Cultura e spettacoli Asti -

Il film di Elisabetta Sgarbi sui vaccini gratis sui social della Biblioteca Astense

Disponibile fino a domenica 17 maggio, presenta nove lezioni di medici e filosofi, da Alberto Burioni a Massimo Cacciari

Il film “Vaccini 9 lezioni di scienza”

Dopo essere stata ospite ad Asti di una delle passate edizioni del festival Passepartout, l’editrice e regista Elisabetta Sgarbi conferma il rapporto di amicizia con la Biblioteca Astense Giorgio Faletti, organizzatrice dell’evento. Ha deciso infatti di rendere disponibile gratuitamente, fino a domenica 17 maggio sulle pagine social della Biblioteca, in collaborazione con Casa del Cinema, il suo ultimo film, intitolato “Vaccini 9 lezioni di scienza”.

I temi trattati e gli esperti coinvolti

Realizzato lo scorso anno, è stato presentato all’ultima edizione del Torino Film Fest alla fine del 2019 e ha inaugurato a gennaio la rassegna Italia Doc della Casa del cinema. Prodotto insieme alla Fondazione Meyer – con soggetto e sceneggiatura di Eugenio Lio, Chiara Spaziani, Oliviero Toscani – è un film documentario incentrato su un tema che ha suscitato un vasto dibattito negli ultimi anni. Elisabetta Sgarbi, che peraltro è laureata in Farmacia, affronta nel film, della durata di un’ora, diverse domande:  cosa sono i vaccini? Come funzionano? Come sono nati? Ne assumiamo troppi oppure pochi? Possono avere effetti collaterali? Quale relazione hanno con il grande tema dell’immigrazione? L’informazione sul tema è corretta o aleggiano su di essi false notizie? A rispondere nove esperti (medici, semiologi, filosofi) che affrontano i temi in altrettante “lezioni” giocose ed eclettiche, all’interno di un documentario che, come afferma l’autrice, “non intende aprire un dibattito sul tema dei vaccini, ma chiuderlo definitivamente, rimettendo al centro la scienza. La scienza, ci dicono le personalità coinvolte – continua – se è davvero tale, non è dogmatica, si mette continuamente in discussione, è consapevole della propria fallibilità. Ma proprio per questo è allenata a smascherare, con umiltà e autorevolezza, ogni dogmatismo che le si contrapponga. Vaccinarsi non è un gioco, perché in gioco ci sono le vite delle persone più deboli, soprattutto bambini, che non possono proteggersi”.
Protagonisti del documentario sono Alberto Mantovani, Andrea Biondi, Emanuele Coccia, Pietro Bartolo, Massimo Cacciari, Anna Maria Lorusso, Gianpaolo Donzelli, Chiara Azzari, Roberto Burioni.
Le istruzioni per vedere il film, che sarà disponibile solo fino a domenica 17 maggio, sono su www.facebook.com/BibliotecaAstense , www.facebook.com/PassepartoutFestival.