PFM e Sinfonica di AstiUn venerdì tra classica e rock
Cultura e Spettacoli

PFM e Sinfonica di Asti
Un venerdì tra classica e rock

Un evento unico nel suo genere. Definizione forse sommaria ma perfettamente centrata se l’oggetto del discorso è la PFM, meglio nota come Premiata Forneria Marconi, gruppo storico del movimento

Un evento unico nel suo genere. Definizione forse sommaria ma perfettamente centrata se l’oggetto del discorso è la PFM, meglio nota come Premiata Forneria Marconi, gruppo storico del movimento progressive rock italiano degli anni ’70. Franz di Cioccio, Franco Mussida e Patrick Djivas saranno infatti in scena insieme all’Orchestra Sinfonica di Asti diretta dal Maestro Alessandro Cadario in un evento eccezionale, venerdì, dalle 21 in piazza Cattedrale. “PFM in classic” il titolo dell’appuntamento, un’occasione che porta all’incontro tra linguaggi contemporanei e musica classica grazie alla propensione a sperimentare che è cifra stilistica della PFM sin dagli esordi.

Il progetto è ideato da Iaia De Capitani e prodotto da D&D Concerti e porta anche nella nostra città, grazie anche alla volontà del presidente dell’orchestra prof. Enrico Bellati, un tour che PFM e Orchestra Sinfonica stanno affrontando. Le due realtà hanno condiviso anche l’incisione di un doppio cd dal titolo “PFM In Classic – Da Mozart a Celebration” che, oltre ad essere eseguito per intero proprio in piazza Cattedrale, sarà in vendita in anteprima mondiale esclusiva solo per la città di Asti rispetto all’uscita ufficiale nei negozi, prevista per il 10 settembre. L’opera sarà disponibile in due formati: doppio cd e triplo vinile.

Lo storico gruppo milanese commenta così la fortunata liaison artistica: «Il progetto vuole lanciare un ponte tra culture musicali distinte e solo apparentemente distanti. Avvicinarle è una sfida e suonare perché ciò accada è la passione che ha alimentato la nostra creatività. Pensiamo che ascoltare la musica classica da un punto di vista diverso possa aprire un grandangolo emotivo nella sensibilità degli ascoltatori. Vogliamo stimolare il pubblico ad essere curioso verso un’azione che sappia abbracciare il suono corposo dell’orchestra, interprete del respiro artistico dei compositori classici, e il suono elettrico, interprete dei linguaggi della musica contemporanea. Non un’esecuzione ad effetto ma l’effetto di un’esecuzione multi sensoriale».

Ed è infatti grazie ad una potente scenografia sonora che gli spettatori astigiani verranno condotti attraverso un viaggio che avvicina un nuovo pubblico ai grandi compositori italiani ed europei, da Verdi a Rossini, da Mozart a Prokofiev, passando per i più grandi successi della PFM.  Info prevendite www.ticket.it. La prevendita dei biglietti sarà realizzata nei negozi del centro commerciale naturale Cento Torri (che raggruppa Ascom Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna e l’associazione Quinto elemento), con uno sconto di 5 euro (per poltrone e poltronissime) e 10 euro (in piedi) rispetto alle altre prevendite a livello nazionale. Ecco i costi: poltronissime 33,50 euro, poltrone 23,50, posti in piedi 13,50. Info 392/7169300 (Raffaele Giugliano).

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo