Buratti Chiara
Cultura e Spettacoli

Stasera Chiara Buratti in diretta Facebook con Piero Pelù

Nuovo appuntamento con “Mezz’ora sola ti vorrei”, che racconta la vita degli artisti in questo periodo di emergenza sanitaria

Chiara Buratti in diretta Facebook

Continuano gli appuntamenti in streaming promossi dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti per essere vicina ai lettori in questo periodo di pandemia. Stasera, alle 19, diretta con Chiara Buratti sui profili Facebook della Biblioteca Astense e di Passepartout. L’attrice (in alto nella foto di Elisabetta Canavero) condurrà “Mezz’ora sola ti vorrei” insieme al documentarista e regista crotonese Luigi D’Alife, intervistando il famoso rocker Piero Pelù, co-fondatore dei Litfiba, con cui ha raggiunto notevole successo così come nella carriera da solista. Si tratta di un appuntamento settimanale che “apre le porte” di casa degli artisti, per far scoprire la loro vita ai tempi del Coronavirus, promosso in collaborazione con Studio 54 Network, Cosenza 2.0 e Biblioteca Astense.
Chiara Buratti tornerà in diretta sabato 16 maggio alle 17, nuovamente sui canali social della Biblioteca Astense, per “È arrivata la fine del mondo e non ho niente da mettermi: cronache semiserie di un’attrice spettinata”, ciclo di letture sull’alfabeto della bellezza.

Incontro a distanza con la filosofa Tiziana Andina

Gli appuntamenti a distanza continueranno domenica 17 maggio alle 17, sempre sui canali social della Biblioteca, con Passepartout chez toi: gli scrittori a casa tua”, una serie di incontri direttamente dal salotto di autori, giornalisti e relatori. Il prossimo incontro vedrà protagonista Tiziana Andina che presenterà il suo libro “Transgenerazionalità. Una filosofia per le generazioni future” (Carocci Editore, 2020).
Filosofa e accademica, Tiziana Andina insegna Filosofia teoretica all’Università di Torino e dal 2016 è direttrice di LabOnt (Laboratorio di Ontologia). Nel libro spiega come, tra le cause che determinano la fragilità delle democrazie occidentali, giochi un ruolo cruciale la sottovalutazione della questione transgenerazionale. Per orientare il futuro diventa allora indispensabile, secondo l’autrice, gettare le basi teoriche per una filosofia delle generazioni.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo