La Nuova Provincia > Attualità > La polizia astigiana ha festeggiato il patrono San Michele Arcangelo
Attualità Asti -

La polizia astigiana ha festeggiato il patrono San Michele Arcangelo

L'omaggio ai Caduti e le premiazioni in Questura e, a seguire, la celebrazione nella chiesa di Dusino San Michele, unica chiesa astigiana intitolata al Santo protettore della polizia

La commemorazione in Questura

Con una cerimonia sentita la polizia astigiana ha celebrato venerdì scorso la festività del patrono San Michele Arcangelo. Quest’anno la ricorrenza è stata festeggiata nella chiesa di Dusino San Michele, unica chiesa astigiana intitolata al Santo protettore della polizia. La cerimonia ha preso avvio in Questura con la benedizione da parte del Cappellano della polizia don Augusto Piccoli alla lapide ai Caduti della Polizia di Stato che si trova nell’ingresso della Questura cittadina.

Erano presenti il Prefetto di Asti Alfonso Terribile e il Questore Alessandra Faranda Cordella, che hanno così voluto commemorare la ricorrenza e ricordare i poliziotti deceduti in servizio.

I premiati

A seguire, nella Sala Cambursano, la consegna degli attestati di riconoscimento per servizio al personale della polizia. Premiati l’ispettore capo Antonio Russo (Croce d’argento per anzianità di servizio), il sovrintendente capo Ezio Coraglia e il sovrintendente Flavio Sigliano (Nastrino di lungo impiego nei servizi di ordine pubblico), l’assistente capo coordinatore Giovanni Migliardi (Medaglia d’oro al merito di servizio e Croce di bronzo per anzianità di servizio), gli assistenti capo Antonella Ghisaura e Giuseppe Rizzo (Medaglia d’argento per merito di servizio), il sovrintendente capo Ezio Cardinale (Croce d’oro per anzianità di servizio), i sovrintendenti Marco Fusco e Flavio Sigliano, l’assistente capo Enrico Ioimo e l’assistente capo coordinatore Claudio Turetta (Croce d’argento per anzianità di servizio), il Sovrintendente Silvia Prioglio e l’assistente capo coordinatore Francesco Simeoni (Croce di bronzo per anzianità di servizio).

La cerimonia a Dusino San Michele

A seguire la cerimonia a Dusino, con la messa nella chiesa parrocchiale celebrata dal Vescovo monsignor Francesco Ravinale, Amministratore Apostolico di Asti, con accanto il Cappellano don Piccoli e il parroco don Luigi Trinchero. Erano presenti alla celebrazione personale della polizia, autorità locali, i sindaci della Comunità del Pianalto e di altri Comuni dell’Astigiano, una classe di alunni delle scuole elementari, rappresentanze delle associazioni d’armi.

Al termine della funzione da parte del Questore un omaggio al Vescovo, che a breve si congederà dal suo incarico, in segno di ringraziamento per la vicinanza sempre testimoniata alla Polizia. Alla mattinata di festa, alla quale ha preso parte una nutrita rappresentanza della comunità di Dusino San Michele, tra i quali alcuni richiedenti asilo ospiti in paese, è seguito un momento conviviale, con un rinfresco preparato dai volontari per l’occasione. La cerimonia si è conclusa con l’inno nazionale intonato dai bambini della parrocchia. Un clima accogliente e festoso ha così accolto la festa per il patrono della polizia astigiana.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente